Olio

altColline dolcemente ondulate, avvolte in una morbida luce; una casa colonica solitaria del color della terra, gli olivi che paiono d'argento… Qui nasce il migliore l'olio extravergine toscano. 
 

L’oliveto conta 1000 ulivi sparsi in 6 ha di terreno. Nel mese di ottobre, per ottenerne il prezioso nettare, si raccolgono a mano i deliziosi prodotti dell’autunno secondo l’antica tradizione e dopo la spremitura a freddo si imbottiglia un olio purissimo e squisito.

Lasciandoci guidare dal colore, raccogliamo le olive quando la loro colorazione superficiale è ancora parziale o si è appena completata: il contenuto in olio sarà così della massima qualità e ricco di sostanze benefiche. Avremo minor livello di acidità, aroma elevato e gradevole. Il miglior sistema di raccolta è la tradizionale brucatura, raccolta a mano dalla pianta, che consente di cogliere il frutto al grado di maturazione voluto, nelle condizioni migliori, integro e senza che sia venuto a contatto con il terreno.

 

L'olio è un prodotto prezioso, frutto della terra ma anche del lavoro costante ed esperto dell'uomo. Esso è sempre stato e sempre sarà un elemento portante della dieta mediterranea.
Il giudizio di qualità che permette di distinguere il diverso tipo di olio è dato essenzialmente dal colore, odore e sapore del prodotto stesso. L'acidità è un altro discriminante della qualità dell'olio: minore è la sua presenza nell'olio, maggiore sarà la qualità del prodotto.

L’olio prodotto nell’agriturismo è un olio extra-vergine d’oliva spremuto nei migliori frantoi della provincia. Ha un sapore verde dorato e maturo al tempo stesso, con una lieve nota piccante ed un leggero retrogusto di mandorla e carciofo.
Indicato per gli usi a crudo è ottimo anche per cucinare.